Scegli il traslocatore

Se hai deciso di affidarti a una ditta, contatta ora i servizi di traslochi e scegline uno.
Se vuoi,
facendo clic qui puoi addirittura fare una richiesta gratuita di preventivo, tramite traslochitoma.com

• Scatoloni

È arrivato il momento di iniziare a "inscatolare" la casa: ecco qualche consiglio per fare le cose per bene:

  • Comincia subito: inevitabilmente ci si accorge sempre di avere molte più cose del previsto!

  • Se provvedi da te all'inscatolamento, devi rifornirti di scatole e scatoloni, di nastro adesivo, di corde e di un pennarello grosso.

  • Per essere un materiale buttato via con tanta leggerezza, gli scatoloni sono sorprendentemente costosi da acquistare nuovi (fino a qualche migliaio di lire a pezzo). Fai perciò, se puoi, un accordo con un negoziante amico: i negozi buttano via moltissimi scatoloni usati e riutilizzando quelli risparmierai.

  • Attenzione però: per gli oggetti fragili e per quelli pesanti devi utilizzare i più robusti cartoni spessi, quelli "a triplo strato", che in genere i negozianti (che si accontentano del "doppio strato", meno robusto e quindi più economico) non usano.
    Gli scatoloni puoi acquistarli (da montare) presso le grandi cartolerie: di solito occorre prenotarli e non è possibile comprarne piccole quantità. Perciò conviene informarsi prima (cercando sulle "
    Pagine Gialle" alla voce "scatole" o "cartoleria").

  • Anche qualche cassetta della frutta usata (purché pulita e foderata con un po' di carta) può essere utile per alcuni tipi di oggetti, specie quelli che non si vogliono inscatolare per averli sottomano (per esempio, scarpe a prova di fango per tutta la famiglia, se si prevede pioggia).

  • Per ulteriori consigli sul modo più corretto di preparare gli scatoloni fai clic qui.

• Imballaggi

Non ti dimenticare di prendere anche materiale adatto ad imballare le cose fragili, come piatti o specchi.
In genere si proteggono dagli urti avvolgendoli in
pluriboll (che è quel materiale trasparente con le "bolle che scoppiettano": al dettaglio lo trovi presso le ditte di scatole, venduto al metro) e in cartone ondulato.
La carta vecchia appallottolata è un materiale da imballaggio a costo zero ed è sorprendentemente efficace per gli oggetti non fragilissimi ed è insuperabile come materiale di riempimento. Inizia perciò a tenere da parte i giornali (specie quotidiani): ti serviranno. Unica controindicazione: se bagnata, la carta stampata può lasciare il colore se rimane a contatto con oggetti chiari.

È il momento di svuotare

Proprio come le pulizie di primavera, il trasloco è un'opportunità per dare via o buttare ciò che non serve più.
E a proposito di svuotare: comincia a consumare il contenuto del freezer ed eventuali scorte di cibo: è sempre un peccato buttarne via!

Non aspettare

Se non hai ancora cominciato, mettiti subito a preparare gli scatoloni!

• Prenota il furgone

Se hai deciso di fare da solo il trasloco, è consigliabile prenotare fin d'ora il furgone, per non rischiare di non trovarlo nel giorno in cui ti serve.

• Le utenze: gas, luce e acqua...

Se non lo hai ancora fatto devi, con urgenza:

  • telefonare al numero verde 187della Telecom, se vuoi avere un recapito telefonico subito, non appena ti trasferisci nella nuova casa;

  • controllare che l'eventuale inquilino precedente non abbia conti in sospeso che potrebbero in qualsiasi modo crearti problemi (per esempio informati, se ti trasferisci in un condominio, che tutte le spese condominiali siano state pagate);

  • provvedere a disdire i vecchi contratti della luce e del gas, e informarti per i subentri o per gli allacciamenti nella nuova casa.

Non aspettare oltre!

I pacchi dovrebbero essere già quasi tutti pronti! Se non lo hai già fatto, affrettati, se non vuoi trovarti in una situazione molto sgradevole.
Finisci di dare via quello che non vuoi portare con te.
Smonta le eventuali antenne satellitari.

• Bambini e piccoli amici

Se hai bambini piccoli e animali, assicurati che il giorno del trasloco ci sia qualcuno che si prenda cura di loro.
Se hai piante devi prepararle per il trasporto: racimola alcuni bastoni per fissare gli steli o i tronchi e raccogli materiale adatto a fare involucri antiurto voluminosi e trasparenti.

• Luce, gas e acqua

Se non lo hai già fatto, sbrigati a disdire i vecchi contratti della luce e del gas e informati per i subentri o per gli allacciamenti nella nuova casa.

• La posta

Se non intendi usare il servizio di re-indirizzamento fornito dalle Poste, mettiti d'accordo con il portinaio (se l'hai) o con un vicino o se è possibile il nuovo inquilino perché ti rispedisca la posta che arriverà al tuo vecchio indirizzo.

• La prudenza insegna...

L'esperienza insegna che alcune incombenze possono sembrare piccole, mentre sono in realtà precauzioni vitali per evitare di trovarsi in situazioni molto sgradevoli:

  • Fai fare almeno un doppione delle chiavi della nuova casa da mettere con gli oggetti da tenere a portata di mano.

  • Se conosci la persona che prenderà il tuo posto nell'appartamento che lasci, prendi appuntamento per il giorno esatto del trasloco per la eventuale consegna delle chiavi. Altrimenti prendi appuntamento con l'eventuale proprietario o con l'agenzia a cui hai affidato la vendita.

  • Se la casa in cui ti trasferisci era abitata, accertati fin d'ora del fatto che il vecchio inquilino l'abbia effettivamente lasciata e che non vi abbia lasciato macerie o rottami. Controlla pure che gli eventuali vecchi inquilini non abbiano dimenticato nulla che potrebbero chiederti in seguito.

  • Ricordati infine di restituire tutti i video che hai preso a noleggio e i libri che hai preso in prestito dalla biblioteca. Non rimandare: più avanti potresti essere troppo occupato per trovare il tempo per farlo.

• Uscendo dalla vecchia casa

Quando esci dalla vecchia casa:

  • Comportati come quando parti per una vacanza, specie se è prevedibile che l'appartamento resti vuoto a lungo, staccando luce, gas e acqua.

  • Se è inverno e abiti in una zona soggetta al gelo, svuota le tubature dell'acqua.

  • Accertati che l'eventuale ditta di trasloco abbia l'indirizzo esatto della nuova casa e un recapito telefonico dove poterti contattare. Se dai un numero di cellulare, assicurati che non sia scarico: non puoi certo ricaricarlo in viaggio.

  • Concorda con gli eventuali traslocatori l'orario approssimativo di arrivo e arriva assolutamente prima di loro!

• Entrando nella nuova casa

Non appena arrivato alla nuova casa:

  • Se non lo hai ancora fatto, prendi nota delle letture dei contatori della luce e del gas, per evitare spiacevoli sorprese! L'ideale sarebbe comunque farlo in presenza dell'intestatario precedente appena prima del trasloco vero e proprio.

  • Assicurati che gli scatoloni vengano scaricati nel posto giusto (le scatole che contengono oggetti della cucina, ad esempio, vanno messe subito in cucina e non in camera da letto).

  • Colloca tutto il materiale al centro delle stanze, lasciando libere le pareti, che in questo modo saranno libere. Potrai così rimontare o ricollocare più agevolmente i mobili, e muoverti per la stanza senza inciampare dappertutto.

  • Fai attenzione a che siamo messe in basso le scatole più pesanti (a

• Disfare i pacchi

Al momento di disfare i pacchi:

  • Pulisci la nuova casa prima di disfare gli scatoloni. Farlo dopo è molto più complicato e faticoso.

  • Togli dai pacchi prima di tutto gli oggetti fragili e le eventuali piante e appena puoi controlla, se hai utilizzato un servizio traslochi, che scatole o mobili, quando vengono scaricati, siano integri.

  • Se noti danni, contestali immediatamente. Se è il caso, fai una fotografia degli imballaggi danneggiati prima di aprirli, specie se si tratta di oggetti di un qualche valore.

  • Fà attenzione: gli eventuali danni devono essere rilevati subito, scritti (meglio se sul retro del contratto stesso) e firmati da te e dal caposquadra della ditta.
    Dovessero esserci problemi, contatta direttamente il titolare.

Per finire.

Se ancora non lo hai fatto, togli dai pacchi le eventuali piante prima che avvizziscano e controlla che tra gli oggetti fragili non ci sia nulla di rotto

• Gli apparecchi a gas

Anche se hai usato una ditta, se hai traslocato apparecchiature a gas (scaldabagno, cucina, caldaia) in questo momento saranno scollegate.

Questo perché per legge il traslocatore non può rimontartele (e nemmeno tu puoi farlo): per motivi di sicurezza possono farlo solo ditte specializzate e in grado di rilasciare un certificato di conformità.

Devi quindi chiamare una di queste ditte: ovviamente è meglio prenotarne l'intervento prima ancora del trasloco, se possibile.

• Le pratiche burocratiche

Se traslocando cambi Comune e vuoi trasferire nella nuova casa la tua residenza, oppure se rimani nel Comune dove risiedi ma cambi indirizzo, è venuto il momento di provvedere.
A seconda della tua provenienza e nazionalità le pratiche cambiano leggermente.
Segui le nostre indicazioni.

Fai da te
Fare da sé: i pro e i contro

• Prima di decidere considera...

Il vantaggio di fare tutto da soli è presto detto: il risparmio di denaro. La rinuncia ad affidarsi a una ditta specializzata può salvare anche qualche milione di lire... che fa sempre comodo!

È presto detto però anche lo svantaggio di questa scelta: al risparmio di denaro corrisponde una spesa di tempo e fatica. Poiché anche il tempo è denaro, sarà quindi meglio
calcolare se il risparmio sia reale o illusorio.

• I quattro elementi da tenere presenti

Per decidere se fare da te o no tieni presenti quattro elementi essenziali:

  • Non sempre conviene. Fare da soli ha senso se non si possiedono molte cose e se le case di partenza ed arrivo sono raggiungibili comodamente dalla strada. Se si abita al quarto piano e la casa ha quattro stanze, le attrezzature di una ditta permetteranno di fare in un giorno quello che da solo faresti in dieci. Non ne vale forse la pena?
    Viceversa chi deve traslocare da un monolocale al piano terreno restando nella stessa città, probabilmente risparmierà facendo da sé.

  • Costa fatica: spostare oggetti pesanti può essere un problema: assicurati di poterlo fare. Cerca quante più persone puoi, in grado di darti una mano, ricordando che avrai bisogno di "forza lavoro" sia per caricare, nel posto in cui parti, sia per scaricare i tuoi oggetti, nel posto in cui stai per andare.

  • Costa tempo. Occorre fare gli scatoloni e preparare ogni cosa per il trasporto.

  • Richiede un mezzo di trasporto adatto: dev'essere sufficientemente capiente e in grado di sostenere il peso degli oggetti da trasportare. Un'automobile può trasportare solo cose piccole e non troppo pesanti.
    La soluzione più logica è
    noleggiare un furgone, soprattutto se non devi trasportare oggetti molto ingombranti.


06/52371055
328 9634171 - 333 3079497